I principi fondamentali del centro di riabilitazione polivalente

I PRINCIPI FONDAMENTALI

DIGNITÁ DELLA PERSONA:
il riconoscimento della centralità della persona disabile è il principio fondamentale su cui si basa l’organizzazione della struttura. É articolata in modo da offrire oltre alle specifiche prestazioni riabilitative, sanitarie, ed assistenziali, un concreto e sensibile supporto agli utenti, con una costante attenzione ai loro bisogni personali, al fine di concorrere al miglioramento della qualità della vita.

FILOSOFIA ed UMANIZZAZIONE dell’ INTERVENTO:
le attività quotidiane, condotte da personale specializzato e qualificato, mirate alla riabilitazione e al mantenimento delle abilità, sono improntate nel rispetto della persona con i propri tempi e bisogni, anche in termini relazionali.

INTEGRAZIONE:
oltre alla necessaria cura riservata alla riabilitazione e all’assistenza sanitaria e tutelare, le strutture residenziali e diurne si caratterizzano per una forte integrazione con il territorio e la rete dei servizi. Anche la loro ubicazione in centro città, o nelle immediate vicinanze, offre l’opportunità di integrazione e socializzazione tra gli utenti delle strutture e il tessuto sociale, favorendo così il pieno sviluppo dei contatti con l’ambiente esterno, accanto alla continuità dei rapporti familiari.

RISERVATEZZA:

i diritti alla Privacy dell’utenza sono garantiti come previsto dal D.L. 30 giugno 2003 n.196. Ciascuna figura professionale è adeguatamente formata e informata circa l’importanza e l’osservanza del Segreto Professionale, anche in virtù del rispetto della dignità della persona e dei propri vissuti.

TRASPARENZA:
tutta l’attività delle strutture è improntata alla massima trasparenza, sia in termini di pubblicizzazione e condivisione delle scelte gestionali, sia nei confronti degli utenti e dei loro familiari.

IMPARZIALITÁ:
l’erogazione dei servizi di riabilitazione, cura ed assistenza, è garantita secondo criteri di imparzialità e giustizia. In virtù della stessa mission dell’ APSP, nonché ai rapporti di collaborazione con le ASL territoriali, l’accesso ai servizi, in particolare quelli a carattere residenziale, è agevolato alle persone in situazione di maggior bisogno.

  Ultima revisione: 01/12/2009 16:56:46

I commenti sono chiusi