Interventi pedagogici didattici

Interventi pedagogici didattici

L’adempimento dell’obbligo scolastico per gli utenti in età scola re è altresì accompagnato da interventi pedagogici-didattici volti all’inserimento nelle attività didattiche–formative della scuola.
Gli interventi pedagogici didattici sono gestiti dal Pedagogista in qualità di referente scolastico e sono volti al potenziamento qualitativo dell’inserimento scolastico nonché all’ adeguatezza del percorso da intraprendere rispetto alla caratteristiche dell’utente.
La normativa relativa all’inserimento scolastico dell’alunno potatore di handicap è contenuta nel DPR del 24.02.1994 “ATTO DI INDIRIZZO E COORDINAMENTO RELATIVO AI COMPITI DELLE UNITA’ SANITARIE LOCALI IN MATERIA DI ALUNNI  PORTATORI DI HANDICAP” e DPCM n. 185 del 23/02/2006, a recepimento di quanto previsto dalla L. n. 289 del 27/12/2002

PROTOCOLLO D’INTERVENTO
1) Segnalazione alla ASL competente per territorio del soggetto portatore di handicap ai fini dell’accertamento collegiale, richiesto formalmente dai familiari o da chi ne esercita la potestà, come “alunno in situazione di handicap”.
2) Successiva stesura della DIAGNOSI FUNZIONALE a cui provvede l’Equipe  dell’ISAH per i soggetti in carico in forma residenziale, semiresidenziale ed ambulatoriale (se gli interventi sono esclusivi del centro), in base all’art.3, comma 2, del DPR 24 febbraio 1994 , in collaborazione con la scuola e la famiglia.
La Diagnosi Funzionale in base all’ICF include anche il Profilo Dinamico Funzionale.
Ad ogni passaggio di grado di istruzione o in presenza di condizioni nuove sopravvenute la diagnosi clinica/certificazione la DF deve essere revisionata.
Il Pedagogista del Centro organizza colloqui di presentazione degli utenti con gli insegnanti e dirigenti scolastici affinché sia noto il tipo di disabilità, le conseguenze funzionzionali, il progetto riabilitativo in corso, la previsione di adattabilità del bambino/ragazzo al nuovo ambiente, eventuali accorgimenti e/o dotazioni tecniche della scuola per l’accoglienza.
L’equipe del Centro congiuntamente ai dirigenti scolastici, agli insegnanti, agli operatori dei servizi sociali e alla famiglia collabora per la stesura del PEI (Progetto Educativ o Individutalizzato) in cui vengono predisposti gli interventi integrati per l’alunno disabile e partecipa ai due incontri “di sintesi” che si svolgono durante l’anno
per ciascun utente.
Il Pedagogista inoltre organizza con l’istituzione scolastica ulteriori incontri nell’eventualità di problematiche particolari legate all’inserimento dell’utente a scuola, fornendo altresì consulenza specializzata sulle metodologie di lavoro più idonee.

  Ultima revisione: 01/12/2009 17:56:14

I commenti sono chiusi