Corso di Comunicazione Visiva

L’ISAH centro di riabilitazione polivalente ha avviato una serie di incontri formativi nell’ambito dell’aggiornamento E.C.M. del proprio personale sanitario di riabilitazione.

 Gli otto incontri tratteranno il tema della “comunicazione visiva”, un sistema di comunicazione estremamente utile per la relazione con persone affette da grave disabilità che vanno ad inficiare il sistema comunicativo come ad esempio il Disturbo generalizzato dello sviluppo (Autismo ), le Paralisi cerebrali infantili (P.C.I. ) l’Insufficienza mentale, le

Sindromi genetiche (Angelman, Down ecc), la Distrofia muscolare, Gravi disturbi sensoriali (sordo – cechi)

 

Da tempo tutti gli ambienti delle varie sedi del centro di riabilitazione sono stati appositamente strutturati e attrezzati in modo specifico con l’utilizzo di oggetti, foto, pittogrammi per supportare questo tipo di comunicazione che ha già ottenuto ottimi risultati in campo riabilitativo

Il corso è stato curato dal Settore Formazione dell’Azienda Pubblica e i docenti che si alterneranno nei vari incontri sono la Dott.ssa Annarita AZZOLINI (logopedista ISAH ) Dott.ssaAlice CHERCHI (logopedista ISAH ) e la Dott.ssa AlessiaMARTINI (Psicologa ISAH )

Chiunque fosse interessato ad approfondire l’argomento o avere informazioni sulla metodologia potrà contattare il Settore Formazione dell’ISAH: tel. 0183/293522 fax 0183/275445 e-mail info@centroisah.it, sito web www.centroisah.it

 

LA COMUNICAZIONE VISIVA

come_comunica_400.jpg

 

“Io penso in immagini. Le parole sono come una seconda lingua per me.”

Temple Granding

 

La motivazione che ha fatto scaturire la necessità di organizzare un corso di formazione interno sull’utilizzo di supporti visivi nella comunicazione con persone affette da grave disabilità, è stato l’alto numero di utenti presenti nel centro affetti da patologie che vanno ad inficiare il sistema comunicativo.

In seguito ad una valutazione logopedica , che evidenziasse il livello di comunicazione (verbale  e non verbale) presente, ed alla successiva discussione del caso con l’equipe multidisciplinare, è stato strutturato per ogni utente identificato, un percorso di apprendimento che lo sostenesse nella comprensione e conoscenza di oggetti, nel loro uso e nell’espressione di bisogni e desideri altrimenti inespressi.

Gli strumenti utilizzati nella strutturazione degli ambienti e nella preparazione di materiale specifico si basano su una comunicazione di tipo visivo che attraverso l’utilizzo di oggetti, foto e pittogrammi, supporta la comunicazione in entrata e in uscita.

I sistemi visivi sono efficaci se, oltre ad essere accompagnati da un training specifico rivolto all’utente, sono condivisi e supportati dalla maggioranza delle persone per lui significative, al fine di evitare una scissione fra i vari ambienti di vita, per questo motivo è indispensabile la formazione di tutti gli operatori della struttura e la condivisione del progetto con genitori ed insegnanti.

Ogni singola stanza della struttura è stata resa “comunicativa” etichettando l’ambiente con supporti visivi per  sostenere l’autonomia, fornire input in entrata e fornire stabilità e ordine.

Il corso di formazione renderà possibile la condivisione della metodologia, essendo un processo in divenire verranno effettuate nel tempo rivalutazioni logopediche al fine di adeguare i sistemi utilizzati ai progressi degli utenti.

 

I commenti sono chiusi