Progetto di ristrutturazione della Casa di Riposo

In questi ultimi anni l’ISAH ha ritenuto importante porre in essere un ambizioso progetto di ristrutturazione della sede della Residenza Protetta Casa di Riposo San Giuseppe di Dolcedo il cui edificio si trova in posizione centrale nel Comune di Dolcedo con un ampio giardino e vista aperta sulla Val Prino. La Residenza Protetta oggi risponde alle esigenze socio sanitarie a carattere residenziale delle persone anziane auto e non autosufficienti del territorio della Valle Prino e dei Comuni limitrofi.
Attualmente la struttura ospita 35 posti letto, ma le richieste hanno spinto l’amministrazione a preventivare un intervento sull’immobile che garantisca un aumento della disponibilità dei posti e un più organico e confortevole utilizzo degli spazi esistenti.
In accordo con il Comune di Dolcedo e gli altri enti competenti si ritiene necessario modernizzare lo stabile adeguandolo ai nuovi e più stringenti standard previsti per le strutture socio sanitarie per anziani auto e non autosufficienti tenuto conto della sempre maggiore richiesta proveniente dal territorio e della volontà di aumentare il confort degli ospiti con l’aspettativa di realizzare una moderna struttura residenziale e diurna.
L’intervento volge alla creazione di un modulo di 22 posti come Residenza Protetta e un altro modulo come RSA di mantenimento per ulteriori 20 anziani portando pertanto la capienza totale a 42 posti. Inoltre il progetto tiene conto della possibilità in un secondo momento di poter ampliare in modo significativo la struttura realizzando una nuova ala.

L’intervento progettuale complessivo di questa prima fase ammonta a complessivi 1.050.000 euro e prevede la ristrutturazione interna ed esterna di 2/3 dello stabile e la sostituzione degli arredi.
Particolare attenzione è stata rivolta al risparmio energetico: infatti il piano primo destinato alle camere da letto verrà dotato di un impianto di riscaldamento radiante a pavimento a bassa temperatura che verrà  riscaldato con l’ausilio di pannelli solari. Anche per l’acqua calda sarà possibile utilizzare il calore derivante dai pannelli solari. Si potrà raggiungere un risparmio energetico pari al 35/40%. Inoltre l’eliminazione dei radiatori permetterà una maggiore sicurezza per gli ospiti e una maggiore fruibilità degli spazi.

Oggi l’ISAH può contare oltre al prezioso contributo della Fondazione CA.RI.GE. di € 250.000 di due ulteriori contributi regionali per complessivi € 394.000.
 Tutte le camere saranno dotate di bagno a norma per disabili e saranno singole o doppie per quanto riguarda il modulo della Residenza protetta e singole doppie e triple per il modulo RSA di mantenimento per non autosufficienti. Verrà ampliata la sala da pranzo e realizzata una nuova cucina, nuovi locali spogliatoio per il personale e una palestra di riabilitazione per gli ospiti con servizi e spogliatoi, un nuovo ampio terrazzo con vista aperta sulla Val Prino verrà realizzato al piano primo, sarà realizzata una nuova cappella, verranno realizzati nuovi locali di servizio e recuperati magazzini, sarà migliorata la fruibilità del giardino esterno che sarà reso meglio accessibile anche alle persone con difficoltà motoria e saranno sostituiti gli attuali arredi. Il Piano sarà dotato inoltre di due bagni assistiti con attrezzature particolarmente adatte per le persone non autosufficienti.

Verranno inoltre modernizzati gli impianti elettrici e idraulici con un occhio di riguardo al risparmio energetico, mentre si opererà un restauro conservativo in accordo con la soprintendenza alla Belle Arti di Genova per quanto riguarda il modulo antico della Casa di Riposo realizzato nel XVII secolo dai Frati Domenicani di Taggia e che poi fu anche sede dell’Ospedale Civile di Dolcedo.

Non è stato neanche tralasciato l’aspetto tecnologico. Infatti è stato predisposto che ciascuna stanza sia cablata con cavi di rete che permetterà molteplici funzioni: dalla TV al telefono al collegamento internet. La stessa rete potrà essere utilizzata per il monitoraggio dei dati biomedici da parte del personale medico infermieristico o addirittura potranno essere in futuro adottati sistemi di telemedicina. Sarà inoltre possibile installare delle telecamere mobili per particolari situazioni che necessitano di una sorveglianza visisva dell’ospite sempre garantendo il massimo rispetto della privacy.
Infine è stato preventivata l’installazione di un moderno impianto di chiamata infermiere collegato ai testaletto e alla rete che permetterà tra l’altro la comunicazione vocale tra l’ospite e gli operatori addetti all’assistenza oltre che alla gestione delle luci della stanza da ciascun letto. Detto impanto è dotato di piccoli display che verranno popsizionati lungo i corridoi di ciascun piano permettendo in tal modo al personale di monitorare  le richieste di chiamata.

CRONOPROGRAMMA

Come già accennato, in merito allo svolgimento dei lavori si evidenzia che la presenza degli ospiti durante lo svolgimento delle opere (che quindi dovranno essere spostanti nei vari locali della struttura mano a mano che si libereranno i locali oggetto di intervento) e la necessità di reperire ulteriori somme di finanziamento per realizzare tutti i programmi previsti, suggerisce un programma di intervento suddiviso in diversi lotti che sinteticamente possono essere così riassunti:

PRIMO LOTTO

Il primo lotto è quello che sarà oggetto della presente gara di appalto, sarà diviso fondamentalmente in diverse fasi per permettere una accettabile convivenza tra gli ospiti e il personale della casa di riposo e i lavori necessari.

La prima fase riguarderà l’impostazione del cantiere, la demolizione dei volumi presenti nel giardino, la realizzazione dei nuovi volumi destinati a locale cucina, e tutta una serie di interventi relativi al piano terreno.

La seconda fase interesserà una parte dei locali del piano primo posti nella ala sud rispetto le scale, dovranno essere trasformate tre camere con annessi bagni di servizio, attualmente occupate dalla attuale cucina (che dovrà essere trasferita nella nuova sede appena realizzata) e dalla dispensa, questa fase di lavoro dovrebbe interagire il meno possibile con la presenza degli ospiti della casa di riposo in quanto le maestranza potranno raggiungere i locali interessati dai lavori attraverso i ponteggi o una scala metallica esistente presente nel prospetto ovest.

La terza fase verte ad intervenire nell’ala Nord del piano primo; si dovrà prima isolare con apposite murature l’area di cantiere dall’ala sud destinata agli ospiti che potranno occupare anche le tre nuove camere restaurate nella fase precedente; quindi si dovranno restaurare tutti i locali della parte nord nel più breve tempo possibile dando la precedenza a due stanze poste in prossimità del scalone di ingresso al fine di permettere l’utilizzo di questi due locali e mantenere invariato il numero degli ospiti previsti attualmente nella struttura..

SECONDO LOTTO

Il secondo lotto verte alla conclusione dell’intervento di restauro della casa di riposo, è opportuno sottolineare che tale lotto non è compreso nella presente gara di appalto ma sarà oggetto di approvazione e aggiudicazione non appena le condizioni economiche e autorizzative lo permetteranno

In base alla tempistica ad oggi prevedibile, il secondo lotto dovrà essere realizzato in due fasi:

La prima fase dovrà essere iniziata subito dopo la conclusione dei lavori del lotto precedente, in quanto gli ospiti dovrebbero essere trasferiti nella parte nord, appena restaurata, per liberare tutti i locali rivolti a sud e poter concludere il restauro di tutto il piano primo.

La seconda fase riguarderà infine il secondo livello posto nel sottotetto, una ottimizzazione degli impianti e tutti quei lavori relativi agli spazi interni della casa di riposo

 

 progetto_rp_dolcedo_piano_terra_400

progetto_rp_dolcedo_piano_primo_400

progetto_rp_dolcedo_piano_secondo_400

Nome Descrizione Scarica
Progetto RP piano secondo Progetto RP piano secondo Scarica
Progetto RP piano primo Progetto RP piano primo Scarica
progetto RP piano terra progetto RP piano terra Scarica
Sezioni Le sezioni della Residenza Protetta Scarica
Prospetto_sud_ovest Come verrà il prospetto sud-ovest della Residenza Protetta Scarica
Prospetto_nord_sud Come verrà il prospetto nord-sud della Residenza Protetta Scarica
Prospetto_est Come verrà il prospetto est della Residenza Protetta Scarica

  Ultima revisione: 18/01/2011 07:56:25

I commenti sono chiusi